Che hardware serve per diventare un campione di eSports:

Il settore degli eSport sta crescendo rapidamente, ma la maggior parte delle persone non capisce cosa serve per diventare un campione.

Sempre più persone si stanno avvicinando a questi sport virtuali, sia come giocatori, semplici spettatori oppure scommettitori che attraverso piattaforme online come https://www.topscommessevincenti.it, scommettono su tutti gli eventi virtuali.

In questo articolo illustreremo i requisiti di base e delineeremo alcune best practice per chi vuole iniziare a competere nel più grande sport digitale del mondo.

Cosa serve?

Un buon mouse professionale

Un buon mouse di qualità professionale è uno strumento essenziale per qualsiasi giocatore di eSports.

Innanzitutto, deve avere una buona impugnatura. Una buona impugnatura consente di tenere il mouse saldamente mentre si gioca, riducendo l’affaticamento della mano e aumentando le prestazioni.

Inoltre, un mouse da gioco professionale deve avere un sensore di alta qualità che consenta di spostarsi rapidamente sullo schermo e di rispondere istantaneamente durante il gioco.

La cosa più importante, tuttavia, è assicurarsi che il mouse da gioco abbia impostazioni DPI accurate; ciò si riferisce al numero di punti per pollice (DPI) tracciati dai sensori del mouse mentre lo si sposta sulla superficie della scrivania o su altre superfici come vetro o plastica: le impostazioni DPI più elevate comportano una maggiore precisione ma una velocità di movimento più lenta, perché vengono registrati più pixel; le impostazioni DPI più basse comportano una velocità di movimento più elevata ma una minore precisione, perché ogni punto del sensore registra un numero inferiore di pixel per ogni centimetro di spazio di movimento lungo la sua superficie; idealmente questi due aspetti dovrebbero essere bilanciati in modo che gli utenti possano ottenere sia una rapidità di riflessi nei loro movimenti sia una precisione “perfetta al pixel” quando mirano a piccoli bersagli all’interno del loro mirino durante le sessioni di gioco!

Un pc con un ottimo processore

Il processore è la parte più importante del computer. Se è lento, può rendere il gioco molto frustrante.

Si attende continuamente il caricamento del gioco e la risposta agli eventi del gioco viene ritardata.

Il tipo di processore di cui avete bisogno dipende dal tipo di giochi che volete fare:

Per i giochi 3D come Overwatch, Counter-Strike: Global Offensive (CS:GO), Call of Duty Black Ops IIII e altri ancora, è necessario un processore Intel Core i7 con almeno 8 core.

8C significa che ci sono 8 core fisici all’interno di ogni nucleo del processore che consentono a più thread all’interno di un singolo core di lavorare insieme contemporaneamente, rendendo così le cose più veloci sfruttando tutte le risorse disponibili simultaneamente invece di avere due processori separati che litigano per chi ha la precedenza sulle risorse quando solo uno può funzionare in un dato momento.

Quindi, se qualcuno dice “sto usando un processore 4C”, sappiate che in realtà ci sono quattro core all’interno, ma solo due possono operare in modo indipendente, mentre gli altri sono tenuti inattivi fino a quando non vengono chiamati in causa in un secondo momento; sono comunque molto veloci poiché ogni singolo core ha il suo set di circuiti dedicati che massimizza l’efficienza e fa risparmiare anche sulla bolletta dell’elettricità!

Una buona tastiera

La tastiera e il mouse sono gli strumenti più importanti. È necessario avere un buon tempo di risposta, il che significa che bisogna essere in grado di muoversi con rapidità e precisione, oltre che di digitare velocemente.

Un ottimo modo per farlo è avere una tastiera da gioco, che ha tasti di scelta rapida integrati che consentono di fare di più in meno tempo.

Di solito sono anche dotate di macro, quindi sono perfette per gli eSport perché consentono di usare meno tasti di altre tastiere.

Se volete un esempio di quanto sia importante un’attrezzatura adeguata per giocare ai massimi livelli, non guardate oltre la leggenda di Starcraft II Choi “Bomber” Ji Sung, che ha vinto il suo primo campionato alla BlizzCon 2014 utilizzando un netbook da 200 euro invece dei computer desktop standard usati dalla maggior parte dei professionisti!

Una buona cuffia

Le cuffie da gioco sono un elemento fondamentale per ogni giocatore, ma quali sono le migliori cuffie per il gioco?

Per scoprirlo, abbiamo preso due delle marche più popolari e le abbiamo testate per vedere se le loro affermazioni erano vere.

Abbiamo anche chiesto ad alcuni giocatori professionisti cosa ne pensano di queste cuffie. Ecco cosa abbiamo scoperto:

  • Le cuffie HyperX Cloud Alpha sono tra le nostre preferite perché offrono un’ottima qualità del suono e comfort a un prezzo accessibile. Secondo un giocatore professionista che ha utilizzato questo prodotto durante le sessioni di allenamento, “La qualità del suono è incredibile con queste cuffie”. È piaciuto anche il fatto che sono abbastanza leggere da non sentirsi appesantita da queste cuffie durante le lunghe sessioni di allenamento.

  • Le cuffie wireless SteelSeries Siberia 840 hanno un design davvero interessante, con una funzione di illuminazione RGB personalizzabile che può essere regolata tramite software o tramite i pulsanti sui padiglioni stessi (il che significa niente fili!). Inoltre, la batteria ha una buona durata, fino a 10 ore per carica, per cui non dovreste avere problemi ad affrontare anche le sessioni di gioco più lunghe senza dovervi preoccupare di ricaricare troppo spesso il dispositivo!

Una scheda grafica potente

Una scheda grafica potente è una delle attrezzature più importanti per un campione di eSport.

La scheda grafica è responsabile della traduzione delle immagini del gioco in qualcosa che si può vedere sullo schermo, quindi se non è all’altezza, sarà difficile vedere cosa sta succedendo.

Sembra semplice: basta acquistare una scheda grafica migliore!

Ma ci sono molti fattori che influiscono sulla scelta di quella giusta per le vostre esigenze.

Se state cercando consigli sul tipo di scheda grafica che vi aiuterà a vincere negli eSport, ecco alcune cose da tenere a mente:

Il computer ha bisogno di un processore veloce e di molta memoria per funzionare in modo fluido e gestire attività complesse come il rendering di ambienti 3D o la generazione di simulazioni fisiche realistiche.

Se questi compiti non vengono gestiti correttamente, il computer potrebbe balbettare o addirittura bloccarsi durante il gioco, con il rischio di perdere una partita importante (o peggio).

Le migliori schede grafiche sono dotate di supporto per più monitor, in modo che i giocatori possano vedere contemporaneamente diverse parti del gioco senza che la loro visuale sia bloccata da oggetti di grandi dimensioni come edifici o alberi

Molta pratica

La pratica è la chiave più importante per diventare un campione di eSports.

Come avrete capito, dovete essere in grado di giocare per ore e ore.

In effetti, dovrete essere in grado di giocare per ore e ore se volete avere una possibilità di vincere qualche trofeo.

Conclusione

Ci sono molte altre cose da fare per migliorare il proprio gioco, ma queste sono le più importanti.

Come si evince da questo articolo, diventare un campione di eSports richiede molto lavoro e dedizione.

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *