Il miele: dolcificante naturale, ingrediente per tante ricette, prodotto di bellezza e benessere

Il miele è un prodotto al cento per cento naturale, il dolcificante più consigliato e anche un ingrediente speciale per ricette dolci o salate. Il miele viene utilizzato per alleviare il dolore ai detti dei bambini, per rinforzare le difese immunitarie, insieme e separatamente dai propoli. Il miele viene consigliato come dolcificante del latte, della camomilla e del tè. Spesso, con queste due bevande calde o altre tisane accompagnato dal limone. Miele e limone sono un mix importante di proprietà lenitive. Poi ci sono noci o altra frutta secca associata al miele, non per lenire ma per arricchire il corpo di olii essenziali e nutrienti importanti per pelle, capelli e energie. Insomma, attorno al miele davvero tante conoscenze e scoperte di salute ed estetica.

Che cos’è il miele: non dite semplicemente prodotto delle api!

Il miele è un alimento prodotto dalle api, apis mellifera, a partire dal nettare o dalla melata. Quando si parla di nettare non si parla mai di miele ma di una soluzione acquosa e zuccherina che ne dà l’origine. Dato che sono diverse le piante e i fiori con ghiandole nettarifere deriva da qui la differenza dei mieli. La definziione di miele è così importante da avere una sua definizione legale certificata, un allegato che gli apicoltori devono conoscere bene.

Principali varietà del miele

Dovete cercare il DLGS 179/04, articolo uno, due e tre per leggere la definizione legale di miele e le sue principali varietà.

“2. Principali varietà di miele sono:

a) secondo l’origine:

1) miele di fiori o miele di nettare: miele ottenuto dal nettare di piante;

2) miele di melata: miele ottenuto principalmente dalle sostanze secrete da insetti succhiatori (Hemiptera), che si trovano su parti vive di piante o dalle secrezioni provenienti da parti vive di piante;

b) secondo il metodo di produzione o di estrazione:

1) miele in favo: miele immagazzinato dalle api negli alveoli, successivamente opercolati, di favi da esse appena costruiti o costruiti a partire da sottili fogli cerei realizzati unicamente con cera d’api, non contenenti covata e venduto in favi anche interi;

2) miele con pezzi di favo o sezioni di favo nel miele: miele che contiene uno o più pezzi di miele in favo;

3) miele scolato: miele ottenuto mediante scolatura dei favi disopercolati non contenenti covata;

4) miele centrifugato: miele ottenuto mediante centrifugazione dei favi disopercolati non contenenti covata;

5) miele torchiato: miele ottenuto mediante pressione dei favi non contenenti covata, senza riscaldamento o con riscaldamento moderato a un massimo di 45 °C;

6) miele filtrato: miele ottenuto eliminando sostanze organiche o inorganiche estranee in modo da avere come risultato un’eliminazione significativa dei pollini.”

Su Cookist un elenco diverso di varietà di miele, qui vi abbiamo indicato quella definita per legge, in genere nei supermercati, nelle erboristerie, nelle botteghe alimentari artigianali si possono trovare più di cinquanta varietà di miele legate anche alle piante e ai fiori associati, le proprietà, i profumi e i sapori saranno diversi.

Il miele fa bene alla salute, alla pelle e persino alla barba

Se leggete la guida per ottenere una barba sfumata a casa scoprirete come dare colore e tono al vostro aspetto. Se invece volete ammorbidire barba e baffi, scegliete balsami e prodotti al miele specifici, è risaputo che questo prodotto naturale nell’estetica è usato per le proprietà ammorbidenti e lenitive soprattutto su pelle sensibili.

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.